Attacco informatico ai danni dell’Associazione “Basta Vittime sulla S.S.106”

Aggiornamento:

In poche ore eliminati oltre 25.000 iscritti dal gruppo Facebook ufficiale del sodalizio. Il Social network conferma l’attacco informatico. 

Comunicato Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” è stata oggetto di un cyber attacco (un attacco informatico). L’azione messa in atto da un pirata informatico ha avuto come obiettivo il noto gruppo Facebook “Basta Vittime Sulla S.S.106”, organo ufficiale dell’Associazione che, in un solo giorno della scorsa settimana, è passato da 103.302 iscritti agli attuali 78.176. In pratica il cyber attacco ha eliminato dal gruppo ben 25.035 iscritti.

Per fortuna i volontari dell’Associazione che gestiscono il gruppo hanno avuto modo di rendersi conto immediatamente di ciò che stava accadendo ed hanno subito aperto una segnalazione a Facebook che ha provveduto ad interrompere l’attacco effettuato in violazione delle norme e dei comportamenti stabiliti dal famoso social network.

Tuttavia, solo nella giornata di ieri (4 febbraio 2017, Ndr), l’Associazione ha ricevuto una comunicazione definitiva e chiara da Facebook nell’ambito del quale viene confermato il cyber attacco e viene altresì determinata la chiara illecita azione a danno del gruppo e, quindi, dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”.

Il Direttivo dell’Associazione in queste ore valuterà l’intenzione di avviare o meno una azione legale mediante una regolare denuncia alla Polizia Postale al fine di riuscire ad individuare la responsabilità e la paternità dell’accaduto. In un primo momento, infatti, il Direttivo dell’Associazione aveva immaginato che quanto accaduto era da ricondurre all’azione di Facebook che, proprio nel mese di gennaio, è intervenuto con importanti modifiche ai Gruppi e, tra queste, il ridimensionamento del numero degli iscritti con l’eliminazione degli utenti inattivi.

Tuttavia, questa ipotesi si è dimostrata subito poco credibile perché il numero degli iscritti al Gruppo era costantemente in ribasso  nel corso delle ore mentre Facebook si è adoperata con una riduzione istantanea ma anche perché dai dati statistici del gruppo gli amministratori hanno osservato che gli utenti inattivi sono molto meno dei 25.035 eliminati.

“Quanto accaduto – dichiara Fabio Pugliese Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – non rappresenta un danno tanto per l’Associazione ma è in particolare un danno per gli oltre 25.000 cittadini che seguivano il gruppo ed ora – contro la loro volontà – sono stati eliminati. Soprattutto, costituisce un danno enorme nei confronti di una battaglia e di una causa che viene ora indebolita: non potremo più dire che oltre 100.000 cittadini seguono il gruppo dell’Associazione…”.

“Spero e confido – conclude Pugliese – che simili atti non vengano mai più a ripetersi in futuro e, soprattutto, mi auguro che molti cittadini da oggi aiutino l’Associazione a ripopolare il nostro Gruppo perché ritengo e sono convinto che, al di là di tutto, è molto importante essere informati su tutto ciò che accade sulla S.S.106″.

Precedente "Grotesk!", ridere rende liberi. Il kabarett amaro ai tempi di Hitler Successivo "Black History", un racconto teatrale-musicale sulla storia della musica neroamericana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.