“Bologna Navona”, il nuovo libro di Claudio Nutrito

La copertina di “Bologna Navona”

Edizioni: goWare, 2018,

pagg. 152

ebook € 4,99, Paperback € 9,99 in vendita su Amazon.

Con un tono insieme sentimentale e scanzonato, il protagonista Andrea Battaglia − detto Bologna Navona – narra i suoi amori. Amori vissuti intensamente o solo sognati, amori finiti o mai dichiarati.  Francesca, Rossella e Laura sono tre di questi amori:

  • “Fra me e Francesca la passione si sta dissolvendo, ci preoccupiamo soprattutto di andare d’accordo. Il nostro è ormai un rapporto basato sull’equilibrio. Con tendenza allo sbadiglio“ (cap.2). 
  • “Rossella quando cammina, m’incanto a guardarla. La sua non è certo una camminata da indossatrice. Andatura dinoccolata, ciondolante: un po’ alla Celentano, un po’ sbarco sulla luna. Sulle labbra un leggero sorriso beffardo” (cap.13). 
  • “Ero cotto di  E lei sembrava divertirsi a provocarmi per poi respingere ogni mia timida avance. Mi diceva: «No, ma che fai?» che – l’ho capito dopo significava «Fallo!» (cap.29). 

Sullo sfondo le citazioni di 45 canzoni, 36 film e un variegato affresco di ricordi, personaggi curiosi e vita di coppia.

  • Roma e Bologna d’antan (cap. 3 e 9), estati anni sessanta a Riccione e Saint Tropez (cap. 6 e 10).
  • *Personaggi curiosi. Il caciaroneromano e il ciacarån bolognese (cap.3), Franca “sposata bene e divorziata meglio” (cap. 5), il verniciatore seriale (cap. 8), quelli che “cio’n’amico” (cap.12).
  • *Vita di coppia. L’organigramma matrimoniale (cap.2) il “disagio da anticonformismo ravvicinato” (cap.15), prove tecniche di empatia (cap.22), il tormentone della complicità (cap.26), lo scrupolo dimezzato (cap.26).
Claudio Nutrito

Claudio Nutrito (www.claudionutrito.it) vive a Bologna. Giornalista e formatore aziendale, è stato manager in varie aziende. È autore di vari libri, fra cui Non ho niente da dire, ma so come dirlo. Trattato ad uso del moderno opinionista (Stampa Alternativa); Sono modesto e me ne vanto. Nonsensi, controsensi e paradossi apparenti (Stampa Alternativa); I due magnifici insolenti. Le parole irriverenti di François Truffaut e Sacha Guitry (Effepi Libri), Voglio essere più creativo! (Franco Angeli), Quant’altro. Parole di salvataggio per parlare senza dire niente. (Novecento Editore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.