Calabria, la difficile situazione dei tirocinanti Mibact di Area 3

“Ancora non abbiamo ricevuto il pagamento del mese di Gennaio. Siamo in grande difficoltà. Non chiediamo l’impossibile ma solo quello che ci spetta”.

L’appello

Nota dei tirocinanti Mibact – “Il nostro percorso è cominciato dopo una lunga attesa, il 1 Aprile del 2019. Siamo stati assegnati ai vari istituti del Ministero ed abbiamo iniziato questo tirocinio retribuito di 600 euro al mese.

I primi pagamenti hanno subito dei ritardi, ma mai come questa volta.

Siamo al 10 Marzo 2020 ancora non abbiamo ricevuto il pagamento del mese di Gennaio. Siamo in grande
difficoltà!!!

Il nostro bando rientra nelle politiche attive del lavoro, ci siamo sempre impegnati al massimo, abbiamo impiegato le nostre energie e le nostre competenze per supportare i dipendenti delle varie sedi.

Comprendiamo il momento di difficoltà che sta vivendo la Calabria e l’Italia tutta, ma questo ritardo nei pagamenti non è causato dall’emergenza corona virus ma da un’inefficienza della burocrazia calabrese.

Abbiamo più volte contattato l’ente che gestisce i pagamenti (Calabria lavoro) e ogni volta ci siamo sentiti rispondere di pazientare perché si stavano preparando i mandati per i pagamenti, ma la pazienza è esaurita ed abbiamo necessità di
ricevere i nostri soldi.

Non chiediamo l’impossibile ma solo quello che ci spetta.

Nella speranza che qualcuno ascolti il nostro accorato appello ringraziamo per l’attenzione e preghiamo per il paese
intero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.