“Ci penserò domani”, il cortometraggio contro la violenza sulle donne dell’attrice Flora Febraro (TRAILER)

Un grido di ribellione contro tutte le violenze che le donne subiscono quotidianamente. Ideato e scritto dall’attrice Flora Febraro, “Ci penserò domani” racconta l’episodio di stupro di gruppo subito dall’attrice Franca Rame nel 1973. 

di Daniela Merola

“Ci penserò domani” è un bellissimo ed importante cortometraggio che racconta di violenza contro le donne, ideato e scritto dall’attrice Flora Febraro, da sempre attenta ai temi sociali.

Questo corto racconta l’episodio di stupro di gruppo subito dall’attrice Franca Rame nel 1973. La sua fu una denuncia  lucida e senza vittimismi, tipico di una grande donna.

“Ci penserò domani” è un pugno in faccia per chi omette, per chi tace, per chi fa finta di non vedere, per chi non fa nulla contro qualsiasi tipo di violenza contro le donne.

È un grido di ribellione contro tutte le violenze, di ogni forma e di vari modi, che le donne subiscono quotidianamente.

Questo cortometraggio scuoterà le coscienze di molti e porterà ad una acuta riflessione su questa orrenda piaga della nostra società, acuitasi negli ultimi decenni in maniera davvero drammatica.

“Ci penserò domani” vuole essere un incoraggiamento a trovare delle soluzioni efficaci, non più solo denunce cadute nel vuoto, non più silenzi e abbandoni che le donne subiscono, ma azioni vere e concrete. Si deve partire ovviamente da una inversione di tendenza riguardo l’educazione da dare ai propri figli e poi leggi severe e pene certe per chi commette questi gravi reati.

La tempestività è alla base di possibili soluzioni.

“Ci penserò domani” significa che tutti insieme ci penseremo ogni giorno e quindi ogni domani che nasce, affinché non capiti più alcuna violenza contro le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.