“Clichè”, il primo lavoro solista del compositore e polistrumentista KAPE

In bilico tra vena immaginifica e ruminazioni esistenziali, prese di coscienza obbligate e creazione fantastica. Da domani in digital stores “Cliché”, l’album di Kape distribuito da La Stanza Nascosta Records.
“Cliché”

Comunicato – In uscita sabato 11 gennaio su tutti i maggiori digital-stores “Cliché”, primo lavoro solista del compositore e polistrumentista KAPE, alias Alessandro Sicardi.

L’album, anticipato dal singolo Monday Party, già in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali dal 9 novembre, è distribuito dall’etichetta La Stanza Nascosta Records del musicista Salvatore Papotto.

Disponibile anche un libro che racconta, nelle parole di Sicardi, “la storia dell’album”, canzone per canzone.

Si va dal groove funk di “Tell me the truth”, che sfocia in un ritornello arioso, alle atmosfere rarefatte della folk-song “Black Coffee”, passando per la quasi title-track “Cliché dance”- abstract concettuale dell’intero album- la malinconica ballad “Red”, il motown di “Girl, you know”, il rhythm and blues di “Screaming out” ed il funk di “After the moonrise” e “I want to be”, fino ad arrivare alla disco-dance di “Monday party”, che si tinge di influenze retrowave/syntwave, e al saliscendi sonoro dell’ ipercromatica “I Got to believe”.

Kape ci consegna con Cliché un album complesso, in bilico tra vena immaginifica e ruminazioni esistenziali, prese di coscienza obbligate e creazione fantastica, aprendo, attraverso l’impiego di nonsense verbali e distopie ritmiche, falle smisurate nel terreno stereotipato del mainstream.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.