“La Giostra”, online il nuovo singolo estratto dal disco di Adel Tirant (VIDEO)

“È una di quelle canzoni che ti vengono di getto, come sussurrate da un altrove”. 

La Giostra è il nuovo singolo estratto dall’album d’esordio di Adel Tirant “Adele e i suoi eroi”, in uscita il 5 aprile 2019 per SOTER (distribuzione Self), con la produzione del cantautore Giovanni Block.

«La Giostra forse è il mio brano preferito del disco – racconta Adel. È una di quelle canzoni che ti vengono di getto, come sussurrate da un altrove. Naturalmente è una canzone d’amore, un amore così grande che ti fa girare vorticosamente come quando sali sulle giostre e quando scendi sei stordito».

Il videoclip nasce dalla collaborazione di Adel con la regista e performer Isabella Noseda, conosciuta nell’ambiente dell’intrattenimento romano.

«Ho sempre apprezzato e amato la sua cifra estetica – continua Adel – e le ho dato carta bianca su tutto, perché sapevo che avrei amato il risultato. Isabella ha ricreato un immaginario quasi rituale, anzi mi ha proprio confessato che le sue creazioni finiscono per avere un significato profondo, come i riti, per chi le interpreta e infatti, se guardate bene, a un certo punto vengono tagliati dei fili rossi che partono dal mio vestito, dalle due bambine bellissime che sono parti di me: è forse arrivato il tempo di tagliare i cordoni ombelicali? Ecco ringrazio Isabella per aver celebrato questo rito in cui fili rossi vengono spezzati, fiori sparsi, ferite e proiettili e strani esseri a metà tra uomini e animali sono mie prede di cui in realtà sono preda io, ma sentimentalmente».

In finale del videoclip si celebra l’uccisione del cervo sacro, oggetto dell’adorazione ed essere sublime, amore ideale, interpretato dall’attore Federico Le Pera, legato con i nodi del bondage di Red Lili, Beatrice Gigliuto.

Anche ne La Giostra, torna l’attore feticcio di Adel Tirant, Andrea Leuz, già presente nel videoclip del primo singolo “Un homme qui me plait comme toi”, e che qui rappresenta l’alter ego maschile di Adel e, junghianamente parlando, il suo animus.

«Questo non per spiegare tutto, anzi – conclude Adel. Spero che chi veda il video venga solo beato dalla bellezza  e dal sogno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.