Lamezia Terme, la Comunità Progetto Sud ancora nel mirino delle intimidazioni

La Comunità Progetto Sud guidata da don Giacomo Panizza è ancora una volta nel mirino delle intimidazioni. Qualche giorno fa alla cooperativa “Le Agricole” – formata da donne e giovani in difficoltà – “abbiamo trovato il cancello forzato e il tetto della casetta degli attrezzi divelto e i mezzi agricoli fuori, pronti per essere portati via. Ladri o mafiosi? C’è comunque rabbia e amarezza a lavorare e doversi indebitare per danni subiti da nemici vigliacchi” si leggeva in un comunicato. Ma le intimidazioni continuano. È di questa mattina, infatti, la notizia del furto con scasso ai danni della Cooperativa “Ciarapanì” che gestisce i parcheggi dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme. Casse svuotate, danni ingenti, ma anche il furto dei dvr con le registrazioni delle videocamere di sorveglianza. “Non comprendiamo questo accanimento nei nostri confronti, per il momento attendiamo l’esito delle indagini”. Disabilità, dipendenze, Aids, minori e disagio giovanile, lavoro e politiche sociali, criminalità e legalità, questioni rom, richiedenti asilo e rifugiati. La Comunità opera a Lamezia da quarant’anni, dall’ottobre 1976.

Foto: © Comunità Progetto Sud 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.