“Le favole di Nina”, cinque favole di Nina Miselli che raccontano il valore dei sentimenti e delle buone azioni

“Credo che i piccoli lettori, attraverso l’apparato illustrativo che è coerente con la storia, possano comprendere il significato delle buone azioni e soprattutto il rispetto per se stessi e per gli altri”. Nina Miselli presenta il suo libro “Le favole di Nina” edito da Tomolo Edizioni.

di Daniela Merola

La copertina del libro “Le favole di Nina” e l’autrice Nina Miselli

“Le favole di Nina” è il toccante e delizioso libro di favole illustrate per bambini scritte dalla brava scrittrice Nina Miselli per Tomolo Edizioni.

Cinque favole che raccontano il valore dei sentimenti e delle buone azioni. Sono insegnamenti di vita affinché i bambini possano imparare l’importanza del sapersi comportare. Il tema della diversità che porta alla solitudine e all’emarginazione, l’importanza dell’amicizia e delle promesse fatte ad un amico, l’incantesimo della notte di Natale e il messaggio universale del donare amore senza chiedere nulla in cambio, la vicinanza dei genitori e il loro aiuto anche quando i figli affrontano i pericoli del mondo, il canto d’amore della mamma che può sconfiggere i dispetti e l’invidia. Questi i temi affrontati nelle favole dall’autrice Nina Miselli.

Un libro leggibile facilmente dai bambini e altrettanto spiegabile da un genitore alle domande che possono nascere spontanee da parte dei piccoli. Insegnamenti profondi ed essenziali scelti con attenzione da Nina Miselli che ha il dono della leggerezza e la fantasia efficace per arrivare al cuore dei bambini. “Le favole di Nina” è assolutamente educativo e pieno di spunti di riflessione.

– Ben ritrovata Nina. Tu sei una scrittrice che ama scavare nell’animo umano attraverso thriller e noir molto crudi e reali. Come hai deciso invece di dedicarti stavolta alla scrittura di favole per bambini?

I bambini hanno bisogno di ascoltare le favole. È la voce della mamma il segreto per andare oltre la narrazione e spingere l’interesse del bambino per la storia e a condurli attraverso i loro sogni nei mondi incantati. Durante l’infanzia dei miei figli il momento più magico per loro erano le favole della buonanotte ed ho sempre utilizzato le favole per fargli apprendere il rispetto per il prossimo.  Il mio primo libro pubblicato è stato: “Il Bacio della Buona Notte” dedicato ai miei figli Bruno e Rosy. Ripensando a loro, ho voluto regalare ancora una volta ai bambini un luogo magico dove nascondersi con la fantasia.

– “Le favole di Nina” è dedicato a tua nipote Giorgia, puoi spiegare il perché della dedica?

Giorgia è la piccola dei miei nipoti volevo regalarle qualcosa di magico che la trasportasse in un altro mondo. Ha l’età per sognare e i sogni alla loro età sono belli. E’ la mia piccola principessa.

– Nel libro ci sono bellissime illustrazioni a completare le parole e a coglierne il senso. Di chi sono?

La copertina e le immagini interne sono del bravissimo disegnatore Andrea Biagioni il quale ha saputo catturare nell’immagini l’anima di ogni storia.

– Tanti i temi che tu hai trattato in queste cinque favole. Come ti immagini possa essere accolto il tuo libro da un pubblico così giovane?

Credo che i piccoli lettori, attraverso l’apparato illustrativo che è coerente con la storia, possano comprendere il significato delle buone azioni e soprattutto il rispetto per se stessi e per gli altri.

– Il tuo modo di scrivere delicato ma incisivo mi ha molto colpito. Il passaggio da una scrittura adulta ad una per bambini non è cosa da poco, bisogna saperlo fare e tu ci sei riuscita benissimo. Qual’era lo scopo che desideravi raggiungere con “Le favole di Nina”?

Lo scopo delle mie favole è solo quello di regalare ai bambino un sogno, una magia che gli resti dentro per tutto la vita.  Chi di noi non ha mai avuto la propria favola preferita, che non si stancava mai di ascoltare e che ogni volta, smuoveva nel proprio immaginario un mondo pieno di colori, musiche e immagini meravigliose di “sogno ad occhi aperti .”  Amo i ragazzi di ogni generazione ma i bambini con i loro sogni e la loro fantasia ti regalano un sorriso ed io ho voluto ricambiare il loro sorriso con una favola.

– Come hai scelto gli argomenti da raccontare in queste favole?

Gli argomenti scelti per raccontare queste favole sono quelli che ogni insegnante affronta nelle scuole.  Le mie favole devono essere istruttive per ogni bambino.  Devi sapere che i protagonisti delle favole hanno i nomi dei nostri animali che amiamo tantissimo ed è stato facile creare queste favole con loro nomi come protagonisti

– Ci sarà un secondo volume? Credo ci siano tanti temi che tu hai dovuto scartare.

In futuro vorrei realizzare una favola a fumetti ma per il momento è solo un progetto. Ci sono tantissimi temi da affrontare, ho cercato di scegliere quelli che ritenevo più importanti per ogni bambino.

Link per l’acquisto del libro “Le favole di Nina” su Mondadori Store.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.