Londra: esplosione in metro, torna l’allarme terrorismo

 

di Maria Caterina Crugliano

Londra: esplosione in metropolitana. Nessun ferito grave. E’ caccia al’uomo ma non sembra essere un ordigno dell’Isis.Clima di paura a Londra, torna l’allarme terrorismo.

Erano le 8.20 del mattino quando un ordigno artigianale è esploso su un vagone della metropolitana londinese fermo a Parsons Green, zona Ovest.

Il bilancio dei feriti ammonta a ventidue persone, tra chi è rimasto leso nella calca e chi ha subito ustioni al viso e bruciature sui capelli. Sullo stesso treno si trovava un giornalista britannico, Richard Almayer Hall, che ha raccontato di scene di panico tra i pendolari dopo l’esplosione di un contenitore bianco.

Anche il corripondente della BBC, Ritz Lateef, ha testimoniato le scene di terrore tra la folla che ha dato vita a una corsa scatenata, in cui soprattutto i bambini sono stati feriti. Secondo dei testimoni, già dopo qualche minuto dall’accaduto, le forze dell’ordine erano alla ricerca di un uomo armato di coltello. Versione confermata dal sindaco ma non dalla polizia.

Scotland Yard ha twittato sul caso, definendolo terrorismo e spiegando che i danni sono stati contenuti perché l’ordigno non è completamente esploso e un altro è stato disattivato dagli artificieri.

La linea metropolitana coinvolta, è stata chiusa parzialmente, l’allerta contiuna ad essere alta ma non critica. La premier Teresa May ha espresso, in un tweet,vicinanza alle vittime, ricordando anche il coraggio di chi è al loro servizio. La May inoltre, ha risposto al tweet di Trump, che definiva “dementi” i presunti attentatori, invitandolo a evitare speculazioni. Anche il sindaco della capitale inglese, Sadiq Khan, ha condannato quanto avvenuto, invitando i cittadini a non lasciarsi intimidire.

Tuttavia, l’esperto di terrorismo Chip Chapman, ha manifestato dubbi circa la pista terroristica, in quanto l’ordigno non somiglierebbe a quelli utilizzati dall’Isis e se lo fosse, si tratterebbe di un fallimento. Gli agenti di polizia britannici hanno ordinato l’evacuazione di alcune scuole e di abitazioni che si trovano nel raggio di 50mt dalla fermata coinvolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.