L’UNC segnala “Click and Boat” all’Antitrust. “Il sito deve parlare italiano”

L’Unione Nazionale Consumatori ha depositato una segnalazione all’Autorità Antitrust sulla trasparenza del contratto di “Click and Boat” (noleggio online di barche).

Il logo dell’Associazione Nazionale Consumatori. In alto a destra il presidente Massimiliano Dona

Roma, 8 gennaio 2019. Comunicato UNC – “Tutte le informazioni destinate ai consumatori e agli utenti devono essere rese almeno in lingua italiana”, è quanto ricorda Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, in merito alla segnalazione depositata presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sulla contrattualistica adottata da “Click and Boat”.

Click and Boat, operatore online nel settore del noleggio di barche, diffonde i Termini di contratto solo in lingua inglese. Ebbene, la mancanza della versione italiana di tali condizioni generali potrebbe impedire al consumatore (o quantomeno gli rende difficoltoso) di prendere pienamente consapevolezza delle norme che regolano il servizio.Inoltre, sul sito di Click and Boat, viene dichiarato che la legge applicabile è esclusivamente quella francese e potrebbe desumersene che il foro da adire nel caso di controversie tra professionista e consumatore, non sia quello di domicilio o di residenza di quest’ultimo, come prevede la legge vigente, ma unicamente quello francese.

“Le piattaforme online devono fornire al consumatore tutte le necessarie indicazioni affinché quest’ultimo sia messo nelle condizioni di assumere una scelta commerciale consapevole. Attendiamo su questo il parere dell’Autorità”, conclude l’avvocato Dona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.