“M2”, il confine tra umano e disumano che lo spazio assume rispetto a un contesto

Da dieci anni Dynamis connette le sue attività con diversi spazi culturali romani e nazionali e attiva collaborazioni variegate sviluppando un interesse multidisciplinare nella ricerca.

“M2” | Foto: Elisa D’Ippolito

Da giovedì 31 gennaio a sabato 2 febbraio (ore 21) va in scena alle Carrozzerie_not (via Panfilo Castaldi 28/a, Roma) “M2” del gruppo di ricerca artistica Dynamis.

“M2” è una performance partecipata che si interroga pragmaticamente sull’unità di misura da cui prende nome, il metro quadro, per esplorare sulla scena il confine tra umano e disumano che lo spazio assume rispetto a un contesto.

Il pubblico è l’essenza stessa della performance, la matrice dell’azione che si orchestra in un gioco collaborativo tra sconosciuti. Poco prima dello spettacolo, sette volontari vengono coinvolti nella dinamica investigativa che vede al centro l’esplorazione delle diverse possibilità di azione in una superficie circoscritta di spazio, e sono invitati a impegnarsi per usare al meglio le capacità collaborative dell’uomo e insieme raggiungere obiettivi comuni che sono necessari alla “sopravvivenza”.

Un tutor regola il gioco affinché la simulazione delle condizioni siano rispettate dagli improvvisati performer, che, con grande senso di responsabilità, rispondono come meglio riescono agli ordini imposti. Come in un videogame, il livello di difficoltà dei compiti nel corso dell’esperimento aumenta, con esiti imprevedibili e spesso esilaranti.

La performance “M2” è maturata grazie ai luoghi che ha attraversato in fase laboratoriale e in residenza artistica. Il progetto nacque nell’ambito di un laboratorio teatrale per rifugiati politici svolto a Roma nel 2015 e prodotto da Teatro Vascello – Centro di Produzione Teatrale “La Fabbrica dell’Attore” in collaborazione con ONLUS Asinitas, e ha poi visto la collaborazione del Pergine Festival, dove ha debuttato a luglio 2018, della Tenuta Dello Scompiglio, dell’Off Off Theatre, dell’Altofest – International Contemporary Live Art, di Armunia-Castiglioncello, e dell’Angelo Mai.

Da dieci anni Dynamis connette le sue attività con diversi spazi culturali romani e nazionali e attiva collaborazioni variegate sviluppando un interesse multidisciplinare nella ricerca. I suoi progetti sono incentrati sullo studio della relazione con il pubblico, per sperimentare le possibilità di un linguaggio performativo dinamico, in continua trasformazione. La scena è considerata luogo di dialogo e conflitto, campo di battaglia e occasione per indagare il disordine.

carrozzerie_n.o.t
Via Panfilo Castaldi, 28/a, Roma
Info e prenotazioni: T. +39 347 1891714 | [email protected]   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.