Non tutti i mali vengono per nuocere se sai quale sia la tua sicurezza

Un fulmine a ciel sereno è una potente luce che  illumina dentro di te. Sistema, riorganizza la tua vita che è un’avventura da vivere, a cuor leggero, in pace riscoprendo chi sei tu davvero, senza ruoli, senza possedimenti, senza dipendenze.

di Francesca Pegozzo

È capitato a tutti di prendere una sberla in faccia dalla vita.

Accade qualcosa fuori dall’ordinario, accade qualcosa di stravolgente. Accade esattamente quello di cui abbiamo bisogno in quel momento.Una delle mie prime insegnanti mi disse: “Se non scegli tu per te stesso, sarà l’universo a scegliere per te”.

Avevo trovato questa frase quasi intimidatoria, come se dovessi essere sempre molto presente e vigile ed in azione nei confronti della mia vita. Per quanto cerchiamo di tenere sempre tutto sotto controllo, arriva quel momento lì che, come un fulmine a ciel sereno, rovina i tuoi piani e forse qualche progetto, in corso o che vorresti concretizzare.

Al momento i livelli di rabbia e frustrazione sono al vertice massimo. C’è un periodo per attutire quella che noi definiamo difficoltà o problematica enorme. C’è un periodo utile nel quale sottoponi a tutte le possibile ipotesi, i perché. “Perché succede proprio a me?”

Ed in quel tempo in cui si metabolizza l’accaduto, riprendendo man mano fiducia della vita, si nota un FILO. Si, in filo che ha legato e collegato tutti i passaggi della tua vita intera.

Lo scopo principale di ognuno qual è? Essere presenti e vivere in quello che la mia professione definisce PIANO CALDO: Essere felici.

Quanto ce la raccontiamo quando crediamo di essere felici e carichi di gioia per il lavoro che ci piace fare, per gli amici che abbiamo, per i soldi che si guadagnano!

In realtà spesso ci coglie la noia, nonostante tutto.È sottile questa sensazione.

Quando è accessibile a noi tutto quello che desideriamo, poi ci stanca.

Gli esseri umani spesso sono come dei bambini capricciosi: si identificano nel fare più che nell’essere. Spezzo una lancia a favore: Chi ce l’ha mai insegnato? Che cosa vuol dire essere felici davvero? Possedere qualcosa? Essere liberi di..? Quali desideri si frappongo tra noi e la nostra felicità? Non è che questi diventano dei carcerieri ben istruiti?

Ecco il fulmine a ciel sereno che al momento pare dica con aurea cattedratica: “Chi ti credi di essere, stai al tuo posto!”

Abbiamo l’abitudine di scambiare ciò che definiamo “Male” un danno per noi.

E se invece quel fulmine (arrivato prima di tanti segnali ovvi) fosse lì per dirti “Tu meriti di più di ciò che desideri, trova realmente quello che appartiene a te, e non desiderare ciò che desiderano gli altri”.

Abbiamo l’abitudine di scambiare ciò che definiamo “Male” un danno per noi.

E se invece quel fulmine (arrivato prima di tanti segnali ovvi) fosse lì per dirti “Tu meriti di più di ciò che desideri, trova realmente quello che appartiene a te, e non desiderare ciò che desiderano gli altri”

Perché l’universo o questo fantomatico Dio dovrebbero avercela con di noi? Non esiste motivo, perché non è così.

Tiziano Terzani, famoso giornalista, scrive in un suo libro: “Auguro alle persone di desiderare di essere se stessi”.

Che cosa significa? Credo sia difficile spiegare questa frase e questo processo.

La cecità di questa società, ci trattiene nell’attendibilità della materia. E noi dipendiamo sempre di più da essa. Dipendiamo dall’avere e dal fare. Ma in tutto ciò tu, chi sei?

Una carissima collega, alla quale mi affido nei miei momenti di vacillamento, mi ha chiesto: cos’è la tua sicurezza?

Chiaro! Amo il mio lavoro e mi permette di guadagnare, e poi lo amo visceralmente, quindi rispondo prontamente :” Il mio lavoro, lo sai, è la mia missione!! Guadagno con questo anche!”

Lei “ E se perdi questo lavoro e perdessi i tuoi soldi?”

Io “( Mi vengono in mente i miei famigliari..gli amici..o qualcuno di particolare..)..e mentre penso lei interviene..” Le persone che hai accanto potrebbero aver diritto di non  esserci quando tu hai bisogno, non sarebbe bene per te dipendere da qualcuno e riporre negli altri la tua sicurezza.”

Allora mi scaldo e tra me e me entro in frustrazione ed anche tristezza. Ma ha ragione!

Se deleghi la tua sicurezza ad una persona o a ciò che hai costruito, tutto può vacillare. Se dipendiamo da qualcosa che è oltre a noi, fuori di noi, è un’illusione di sicurezza. Per questo quando dei rapporti finiscono uno dei due entra in depressione intensa, per questo quando un imprenditore è in difficoltà tenta il suicidio, per questo facciamo fatica a tollerare la solitudine.

A mio avviso gli schiaffi in faccia che la vita ci dà ci riportano a noi stessi, a collegarci realmente con quella sede intima di noi, dove esiste la più grande certezza personale, individuale.

Può essere la fede? La religione? Dio? La nostra forza interiore? La fiducia? La speranza ? La positività? L’intraprendenza? L’intelligenza? Io da cosa posso dipendere nella mia sicurezza?
È una ricerca difficoltosa ma che permette alla nostra coscienza di fare dei passaggi misteriosamente carichi di amore.

Sono diventata laica perché ho compreso che un Dio assoggettato alle emozioni è pressoché umanizzato. Ciò che sento divino è ben lontano da sacrifici, limitazioni, educazioni, punizioni. La mia crisi, in questo passaggio, è stata forte, perché nel momento di una mia depressione, fu proprio la fede in quel Dio, che mi salvò, senza nessun dosaggio farmacologico.

Per capire chi era Dio, avevo da iniziare una ricerca su di me. Chi sono io?

Io sono parte integrante, figlia, originaria, di tutto questo immenso che si muove in una coscienza che si chiama amore, fatta da livelli di consapevolezze. È fatto di una sostanza intelligente e perfetta. Per me questo è l’amore. Per me questo è il filo conduttore, per me oggi questo è Dio. Io sono parte di questo.

Questa è la mia sicurezza.

In tutti i dolori, le perdite le difficoltà passate, presenti e che verranno, ogni fulmine verso la  mia direzione, si appoggerà su questa piattaforma.

Ci sarà sempre amore per me, Ci sarà sempre pace per me, ci sarà sempre vita per me, ci sarà sempre considerazione di me, perché io sono fatta di tutto questo.

Trova la tua sicurezza. Un fulmine a ciel sereno è una potente luce che  illumina dentro di te. Sistema, riorganizza la tua vita che è un’avventura da vivere, a cuor leggero, in pace riscoprendo chi sei tu davvero, senza ruoli, senza possedimenti, senza dipendenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.