Quadrotti di sfoglia al cioccolato bianco

Aggiornamento:

di Valeria Folino

Se è vero che per la preparazione di questa ricetta è necessario un po’ di tempo, è altrettanto vero che tra le pulizie del soggiorno e quelle della camera da letto è sempre possibile fare un salto in cucina. Risultato? Un fine cena più o meno croccante e gustoso. Ma passiamo alla ricetta dei quadrotti di sfoglia al cioccolato bianco.

Ingredienti: 250 grammi di farina 00, 125 ml di acqua fredda, 240  grammi di burro, 1 cucchiaino di sale, 200 grammi di cioccolato bianco, 250 grammi  di mascarpone, 50 grammi  di zucchero a velo. Cioccolato, granella di nocciole e zucchero a velo per decorare, quanto basta.

Procedimento PASTA SFOGLIA: In un ciotola mettiamo la farina e, al centro, versiamo l’acqua fredda con 40 grammi di burro fuso e il sale. Impastiamo fino a formare una palla e, rivestendola con la pellicola, lasciamo risposare per 30 minuti in frigorifero. Trascorso questo periodo riprendiamo il panetto e lo stendiamo. Al centro posizioniamo il burro freddo avanzato. Chiudiamo i quattro lati sovrapponendoli e sigillandone bene i bordi. Stendiamo nuovamente il panetto, lo richiudiamo a portafoglio e lo mettiamo in frigo per altri 30 minuti. Ripetiamo l’operazione per almeno altre sei volte (sempre con una pausa di almeno 30 minuti).

CREMA: Sciogliamo il cioccolato bianco a bagnomaria con 50 grammi di burro, facciamo intiepidire, e nel frattempo lavoriamo il mascarpone con lo zucchero a velo. Aggiungiamo il cioccolato bianco e mescoliamo fino a ottenere un crema liscia e omogenea.

A questo punto stendiamo metà sfoglia, bucherelliamo la base e versiamo sopra la crema ricoprendo con la restante sfoglia. Con l’aiuto di un coltello o di una rotellina tagliare la superficie superiore per ottenere i quadrotti dalla grandezza desiderata. Cospargiamo di zucchero e inforniamo a 200 gradi per 15/20 minuti fino a raggiungere una bella doratura. Sforniamo, facciamo raffreddare, e decoriamo a piacere con granelle di nocciole, cioccolato e zucchero a velo.

Facciamo trascorrere almeno mezz’ora prima di servirli. Alla prossima ricetta. 

Precedente Kekko Silvestre arriva in libreria con la storia di "Cash” Successivo Armando De Nigris, l’arte dell’event planner

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.