“Segnali di fumo”, ad Alvito (FR) la seconda edizione di CastellinAria – Festival di Teatro Pop

Otto giorni di festival, dal 3 al 10 agosto, con ospiti internazionali, nazionali e locali, gruppi e solisti musicali. Ideato e promosso dalla Compagnia Habitas grazie al patrocinio del Comune di Alvito, della Provincia di Frosinone e di ATCL Lazio.

“Un po’ di più”

Comunicato – Dopo il successo della prima edizione, torna dal 3 al 10 agosto nell’incantevole cornice del Castello Cantelmo di Alvito (Fr) CastellinAria – Festival di Teatro Pop ideato e promosso dalla Compagnia Habitas grazie al patrocinio del Comune di Alvito, della Provincia di Frosinone e di ATCL Lazio.

Il festival si è conquistato un importante attestato di valore su scala nazionale, arrivando finalista al Premio TOC (Teatro di Origine Certificata) nato in seno al Tavolo Etico del Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea (C.Re.S.Co), che riconosce l’impegno che strutture che operano nel settore dello spettacolo dal vivo profondono nel loro lavoro.

Intitolata “Segnali di fumo”, la seconda edizione conferma la sua vocazione al dialogo con il paesaggio della Valle di Comino, territorio ricco di eccellenze agricole ed enogastronomiche, per proporre un osservatorio aperto e privilegiato sui linguaggi performativi e sulle drammaturgie contemporanee lontano dai rumori della metropoli.

Otto giorni di festival con ospiti internazionali, nazionali e locali, gruppi e solisti musicali. E, tra le novità di questa edizione, la programmazione speciale di eventi anche nella fascia oraria tra le 19.00 e le 20.30, con gli “AperinAria”, che vedono ancora di più coinvolti il pubblico e le associazioni della Valle di Comino.

Al centro, naturalmente, il teatro: Francesco Montanari e Alessandro Bardani, volti noti sul piccolo schermo per la serie tv “Romanzo Criminale”, la Compagnia Barletti/Waas dalla Germania, Ivano Capocciama e Gabriele De Ritis, Paola Iacobone, regista al lavoro con i detenuti-attori della Casa Circondariale di Cassino, i giovani ma promettenti Evoè Teatro, Rueda Teatro e lo spettacolo vincitore del Roma Fringe Festival 2019,  Gloria Iacopini e Giulietta Vacis, Lidelab, Zoé Bernabéu e Lorenzo Covello – questi ultimi freschi di Premio delle Giurie al Festival Direction Under30 di Gualtieri – sono gli artisti teatrali dopo le cui esibizioni si alterneranno i concerti sotto le stelle di straordinari ed eclettici cantautori e gruppi come Giacomo Toni, NME, OX-IN, Möbius Strip, Cantabossa, Matutateatro, Francesco Rina & Andrea Agostini + IAMSEEK, CarbonAir.

Non mancherà una tre giorni di lavoro e dibattito coordinata da C.Re.S.Co – Coordinamento delle realtà della scena contemporanea: “Tavoli di lavoro” (6, 7 e 8) sul tema della “Distribuzione ragionata”, un’occasione per interrogarsi sulla possibilità di creare nuove strategie di distribuzione dello spettacolo dal vivo, e molte altre attività come gite tra i Castelli della Valle, laboratori e spettacoli per bambini e rievocazioni storiche.

«La direzione artistica, lo dice la parola stessa, è un moto a luogo, un “andare verso” – dichiara la Compagnia Habitas costituita da Livia Antonelli, Chiara Aquaro e Niccolò Matcovich – quindi, prima di essere tutto ciò che concerne l’organizzazione, dunque qualcosa di tecnico, è un “atto di creazione”. Questo è il motivo per cui realizzare CastellinAria fa sì che noi, che fuori da CastellinAria siamo drammaturghi, registi e attori, possiamo sentirci creativi e creatori molto prima di essere organizzatori».

A questo link il programma completo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.