“Voci dal cortile” una storia di giochi erotici che prendono troppo la mano

Una storia di giochi erotici tra istinto e buchi affettivi adolescenziali, che “prendono troppo la mano” tra rumori notturni, altalene, palloni, giochi di ragazzi violati sotto una luna piena.

“Voci dal cortile”

Dal 21 al 24 marzo andrà in scena al Teatro Marconi, di Edna Mazya con Elisabetta Mirra, Brenno Placido, Davide Schiavo, Jacopo Carta e Matteo Bossoletti, regia di Enrico Maria Lamanna.

Nell’estate dell’86 una violenza dolorosa fu perpetrata a Hibbutz Shomrat nel nord Israele. L’intero paese fu scioccato… Questo tragico e vergognoso fatto fu ispirazione per il più famoso e il più grande successo teatrale mai scritto nella drammaturgia israelita. Un testo che pone a confronto uomo/donna donna/uomo amico/amica essere umano/solitudine…vita. Oggi, in Italia raccontiamo questa storia con protagonisti cinque attori di età tra i 24 ai 28 anni che interpretano una storia di giochi erotici tra istinto e buchi affettivi adolescenziali, che “prendono troppo la mano” tra rumori notturni, altalene, palloni, giochi di ragazzi violati sotto una luna piena . A sorpresa i ragazzi e la ragazza diventano gli avvocati, la difesa, l’accusa del giorno dopo… e un altalena vuota dondola sola, fa un rumore come un lamento infinito in cerca di un perché…

“Voci di cortile” è uno spettacolo di grande attualità sia per il tema degli abusi, che per il tema del “subbullismo” fra minori. Le scene sono diChiara ParamattiCecilia Mati Guzzardi e Vladimir Randazzo assistenti alla regia, i costumi di Teresa Acone, le luci di Marco Macrini, le musiche di Francesco Verdinelli.

TEATRO MARCONI – Viale Guglielmo Marconi, 698 e ROMA
Tel 065943554 – [email protected]
Biglietti Intero 24€ – Ridotto 20€
Ore 21.00 – Domenica ore 17.30

Precedente È uscito “CREATURA ANALOGICA”, il nuovo EP dei NOALTER Successivo “Il coraggio di guardare avanti”, nel cortometraggio di Diego Macario gli imprenditori e la crisi economica (TRAILER)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.